Funghi

Funghi freschi tutto l’anno: come coltivarli in casa

Con l’autunno arrivano anche i funghi. I più esperti andranno a raccoglierli per boschi, ma chi vuole può anche a coltivarli in casa. Come? Con un solo pratico e divertente kit puoi raccogliere quasi un chilo di funghi, senza pesticidi e conservanti!

Siamo abituati a comprare semi e piccole piantine per poi raccoglierne i frutti dopo averle piantate nei vasi o nel nostro orto, ma una cosa molto simile può essere fatta anche per i funghi grazie ad appositi kit. Un kit per la coltivazione di funghi è semplicemente una confezione di micelio che cresce su un materiale adatto, chiamato substrato. Quando acquisti un kit per la coltivazione di funghi, la preparazione del micelio sul substrato è stata già fatta, ovvero il grosso del lavoro, ed è questo che sostanzialmente viene pagato dal cliente. Dover fare meno lavoro per coltivare i funghi supera di gran lunga il costo del kit.

Poiché il kit ha già un micelio vivo, tutto ciò che devi fare è creare le giuste condizioni per far crescere i funghi. Questo di solito comporta l’esposizione del kit a una temperatura fredda per un giorno, e quindi tenerlo sempre umido, tutte istruzioni sempre presenti nelle confezioni in vendita.

Proprio perché il micelio è vivo, anche se in una sorta di stasi biologica, non sopravvive troppo tempo se lasciato in una scatola senza aria o acqua. I kit per la crescita dei funghi hanno infatti  una durata di conservazione definita, quindi utilizzali il prima possibile dopo l’acquisto.

Leggi anche
Lo Shinrin-yoku: guarire nella foresta

La maggior parte dei kit produrrà più raccolti, alcuni per un paio di mesi, altri addirittura per un anno. Dipende dalla qualità del micelio, dalla temperatura e dalla cura di chi lo coltiva.

Anche al termine della sua produttività, il micelio potrebbe sopravvivere. Terminate le sostanze nutrienti nel substrato, potresti aprire la confezione e posizionarlo su fieno, un letto di trucioli o del compost. Con il tempo, questo potrebbe fornire nuova vitalità al micelio e regalare altri raccolti.

Pleurotus ostreatus

Il kit che ti proponiamo produce uno dei funghi più conosciuti e coltivati al mondo, il Pleurotus ostreatus. In Italia è molto comune e viene denominato orecchione, fungo ostrica e talvolta “sbrisa”. Il substrato utilizzato è il fondo di caffè e a fine raccolto potrà essere usato come ottimo concime naturale.
Contiene poche calorie e grassi, ma in compenso hanno un discreto contenuto in proteine e carboidrati. Inoltre è ricco di minerali (calcio, fosforo e ferro), di vitamina B1 e B2 e acido folico. L’azienda che produce questo kit è la Resetea, con sede in Galizia, specializzata in prodotti biologici.

3 motivi per provare i kit di coltivazione di funghi

  • Economico 
    A lungo termine, il denaro che spendi in un kit sarà probabilmente inferiore a quello che la quantità di funghi che produce costerebbe al supermercato.
  • Istruttivo
    I kit sono un ottimo modo per insegnare ai bambini il ciclo di vita dei funghi, poiché puoi vedere i funghi crescere proprio davanti ai tuoi occhi.
  • Sicuro e pratico
    Poiché molti kit di qualità sono certificati biologici, sono anche più sicuri rispetto all’acquisto di funghi dal negozio di alimentari. Potresti risparmiare la tua esposizione ai pesticidi e alle varie sostanze chimiche, oltre ad avere una qualità organolettica superiore alla media delle coltivazioni intensive. 
Leggi anche
Gli alimenti che ci aiutano a combattere l'ansia estiva

A questo punto non vi resta che provare e… fateci sapere come è andata!

Altro su Back to the Wild

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Selezionati da


I più