Coltello tascabile

Coltelli tascabili: guida all’acquisto

Quando ci si trova di fronte ad un coltello, e non parliamo di quello per tagliare la pizza, possiamo distinguere due categorie di persone: quelli che non saprebbero cosa farsene e quelli che non riescono ad immaginare di andare per boschi o in gita in montagna senza averlo al fianco

Possedere uno strumento che, nelle sue forme primitive, è in circolazione da più di 4000 anni, travalica l’utilitarismo fine a se stesso: un coltello può essere qualcosa di più. C’è chi li colleziona, chi un coltello lo ha ereditato, e non di rado questo strumento è al centro di storie che si tramandano nel tempo. Qui andremo a vedere come sceglierne uno, magari il vostro primo coltello.
Una precisazione: questa guida si rivolge a tutti, anche alle persone del primo tipo.

Il libro da leggere appartiene a quei miracoli di una tecnologia eterna di cui fan parte la ruota, il coltello, il cucchiaio, il martello, la pentola, la bicicletta.

Umberto Eco

Come userai il coltello?

Come e quando lo userai? Durante l’attività lavorativa? Solo nei fine settimana, nei viaggi in campeggio, un po’ per tutto? Vi sarete accorti che i coltelli possono assumere innumerevoli forme e dimensioni proprio per venire incontro ad esigenze diverse. Però non esiste un coltello eccellente per ogni compito. Un coltello che eccelle nel taglio pesante non sarà ugualmente efficace se usato per compiti più delicati.
Oltre a questo, occorre valutare l’ambiente e il contesto nel quale verrà utilizzato. Sarà esposto ad alta umidità o acqua salata? Avrà bisogno di un manico importante per accogliere la presa  di una mano guantata in condizioni di freddo?

Leggi anche
I migliori 5 pannelli solari portatili del 2019

Alla cintura o in tasca?

Clip come questa permettono di non far scivolare il coltello in fondo alla tasca

I coltelli pieghevoli più moderni sono dotati di una clip per tasca. Ciò consente al coltello di rimanere verticale per il massimo comfort e di consentire una facile estrazione. Tuttavia, il design tattico che accomuna questi coltelli moderni, dal look sofisticato e futuristico, non è apprezzato da tutti.
D’altra parte, i coltelli senza clip tascabile tendono ad avere un diametro più piccolo e possono occupare meno spazio in tasca.
Lo svantaggio è che tendono a scivolare fino in fondo nella tasca e a posizionarsi orizzontalmente contro la coscia.in posizione orizzontale contro la coscia (vedi sotto). Se ciò accade, può rendere il portare il coltello a disa

Stile o ergonomia?

Una volta che hai compreso ciò che desideri, come e dove userai il coltello, è ora di prendere confidenza con alcuni dei diversi design e funzioni in modo da poter scegliere il coltello ideale. La vasta scelta di coltelli sul mercato può suddividersi in due principali categorie, classici e tattici.

Coltello classico
  • Un particolare esempio di coltello tascabile dalla linea classica

    In genere con apertura manuale a due mani

  • Può prevedere il blocco della lama
  • Quasi sempre senza clip per tasca
  • Materiali comunemente usati sono il legno e l’osso
  • Il coltello classico ha meno funzioni di quello tattico, ma compensa la mancanza con uno stile senza tempo
Coltello tattico
  • Uno dei tanti modelli il cui design strizza l’occhio  ai coltelli in dotazione alle Forze Armate di tutto il mondo

    Quasi sempre con apertura ad una mano

  • Dotato di blocco della lama
  • Avrà una clip per tasca
  • I materiali spaziano dalla plastica alle resine e leghe di metallo
  • Il coltello tattico a differenza di quello classico manca di fascino, ma risulta più funzionale

Altro su Back to the Wild

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Selezionati da


I più